Calzature SOREL le scarpe dell’Orsa con l’orsa!

Scarponcini SOREL

Ieri camminavo per le strade del centro con la piega distrutta dall’umidità, dopo una giornataccia di cazziatoni al lavoro, due ore passate con la suocera (e dico DUE) e neanche uno straccio di biglietto aereo in vista per i prossimi mesi.
Per quanto mi riguarda poteva anche esserci l’Apocalypse Now per strada. Eppure avevo un sorrisetto beato stampato in volto.
Sarebbe bastato orientare lo sguardo in basso per capire il perché: le scarpe!
E’ vero sono un’Orsa, ma in fondo sono pur sempre una femmina.

Due sono le cose di cui un viaggiatore come me non avrebbe mai a bastanza: biglietti aerei e scarpe.
Scarpe comode per la precisione. Se poi sono anche scarpe belle tanto meglio!
Si perché una leggenda popolare vuole che le scarpe da viaggio per essere comode, leggere, resistenti e a prova di Cammino di Santiago debbano per forza essere brutte   come un volo cancellato.

[e Dio solo sa quanto sia brutto e odioso un volo cancellato]

Scarponcini SOREL

Ufficialmente sono un’instancabile camminatrice. Dico ufficialmente perché dopo aver vinto l’ennesimo stressamarito award per la creazione di itinerari folli, ovviamente mi stanco anch’io. Ma con Orso non lo ammetterei mai, neanche sotto tortura.

Ma no, non vi dirò che il segreto per sopravvivere ai miei itinerari sia una scarpa perché non sarebbe assolutamente la verità. Il segreto invece è una scarpa figa!

Con la scarpa giusta il viaggio assume una dimensione in più, in fondo non è forse merito di un paio di scarpette se Dorothy faceva quei trip pazzeschi?

Scarponcini SOREL

Tra l’altro -e purtroppo- faccio parte della schiera di quei viaggiatori che partono con un solo paio di scarpe, quelle ai piedi.

Ragion per cui la scarpa da viaggio per me deve essere un passe-partout che mi permetta di non morire dissanguata per una vescica, di non essere scannerizzata all’istante come una barbona e non costringermi all’acquisto in loco in caso di malaugurata distruzione di una suola.

Ricapitolando deve essere una scarpa comoda, resistente e possibilmente stupenda: praticamente il Santo Graal.

Le scarpe dell’Orsa, con l’Orsa

Scarponcini SOREL

Spero che il karma non mi punisca per questo ma io la scarpa perfetta per il viaggio l’ho trovata.
Pensate, viene realizzata da un’azienda che si chiama SOREL, cosa che alle orecchie di una donna suona meravigliosamente e udite udite ha un logo con l’Orsa Polare!

[ho sempre più paura della legge del contrappasso!]

Scarponcini SOREL

Io me le sono incollate ai piedi con una saldatura al plutonio.
Con queste scarpe mi sento invincibile, potrei infrangere a piedi tutto il codice della strada, potrei fare un’amabile passeggiata con mia suocera, potrei anche camminare canticchiando despacito (oddio forse questa no) basta che abbia ai piedi le mie scarpe preferite!

Se ho liquidato sommariamente le recenti Politiche con una scheda nulla (ormai ci hanno tolto anche ermenopeggio) ho invece appena eletto questo modello a mia scarpa da viaggio ideale.

Scarponcini SOREL

Come ben saprete sono una military addicted, il modello combat boots è decisamente il mio preferito: l’unica scarpa col tacco a cui ho concesso la residenza nel mio armadio è la scarpa del Si che tra l’altro non trovo più ormai da diversi anni.
Probabilmente è stata sbranata dal plotone di scarponcini tattici ai miei comandi.

La combo di colori poi è sfiziosissima e a me particolarmente cara, considerando che anche le porte di casa mia (disegnate da me) sono delle stesse tonalità.

Si chiama Emelie 1964 ed è uno scarponcino deliziosamente vintage realizzato in vera pelle perfettamente impermeabile.
Sono delle calzature molto calde e perfette per il gelo delle destinazioni del Nord Europa che tanto mi affascinano.
Se le avessi avute con me in Polonia oltre a fare un figurone avrei evitato il principio di congelamento durante la visita ad Auschwitz.

La pelle con la quale sono realizzate non è affatto rigida, tutt’altro: le trovo comode e flessibili anche alla guida, inoltre un efficace trattamento waterproof permette di non trasformare una passeggiata sotto la pioggia in un incubo, cosa che purtroppo in viaggio capita spesso.

Scarponcini SOREL

Adoro questi colori! Raramente pubblico foto del mio volto ma con questa scarpa ai piedi mi potrete riconoscere facilmente in qualsiasi aeroporto!

Alcune info su SOREL Shoes

Scarponcini SOREL

Ma lasciate che vi dica due cosette sul brand.
SOREL è un’azienda canadese nota in tutto il mondo per produrre calzature ottimizzate per proteggere i piedi nelle fredde giornate invernali.
Dal 1962 SOREL realizza collezioni da uomo e da donna durevoli e comode, seguendo principi etici ed eco-sostenibili e secondo un codice di condotta che contrasti il lavoro forzato femminile e minorile.

Sul sito ufficiale delle calzature SOREL è già disponibile la collezione primaverile (uomini ce n’è anche per voi) in cui ho immediatamente individuato uno splendido esemplare…

“Una scarpa messa per terra sta per conto suo. La sua forma e l’aspetto non cambiano. Se sembra emozionante, è emozionante su qualsiasi donna.
Un vestito o una camicetta per terra sono solo pezzi di stoffa”.

Sono straconvinta che quando Valerie Steele espresse questo pensiero probabilmente pensò ad uno scarponcino SOREL.

Ed ora ci provo io:
“quando stile e comodità sono SOREL, allora si parte con il piede giusto”

…va bene vado di là a scontare #dieciminutidivergogna 😛

44 commenti su “Calzature SOREL le scarpe dell’Orsa con l’orsa!”

  1. Ti faccio compagnia, anch’io viaggio sempre con un solo paio di scarpe e solo l’anno scorso ho trovato quelle ideali! Però un’occhiata a queste scarpe belissime la darò senz’altro! 🙂 🙂 Sembrano proprio comode e pratiche!!

    1. Grazie Beatrice! Meno male, credevo di essere l’unica folle a partire con un solo paio di scarpe 😉
      E’ che la nostra modalità di viaggio -zaino in spalla- spesso è molto rischiosa ma basta scegliere i capi e le calzature giuste.
      Grazie di essere passata, a presto! 🙂

  2. Non conoscevo questo marchio… belle scarpe, sembrano comodissime e mi piacciono molto i colori. Vado a dare un’occhiata al sito
    Ps: Posso dirti che adoro l’ombrello con il logo del blog? Bellissimo!

    1. Visto che sfizio la combinazione di colori? Ammetto di non essere molto “femminile” nei gusti ma la collezione propone anche modelli per i non maschiacci come me 😛
      L’ombrello è della stessa azienda da cui acquistai lo zaino (quello nero estivo). Si chiama MyGadget. Il logo alla fine è una pellicola stampata e incollata a caldo, nulla di che ma il risultato è molto gradevole. Gradevole come i costi (qualcosa come 10euri) 😉
      Grazie di cuore Alessia per essere passata, buona serata!

  3. Sono d’accordissimo su tutto, perché con un paio di scarpe comode si può arrivare quasi ovunque. E te lo dice una a cui è proprio toccato dover comprare un paio di scarpe di emergenza perché quello MAI INDOSSATE che avevo nei piedi mi avevano massacrata (anche per quello comunque porton sempre con me un paio di scarpe di scorta in viaggio perché non si sa mai…).
    Di questi scarponcini adoro tutto, e in particolare mi piace molto l’abbinamento dei due colori. E il logo dell’orsa Ho appena visto sul loro sito un paio di sandali che sarebbero perfetti per l’estate: bassi, con una fascia spessa e senza fronzoli – mannaggia, facevo conto di non spendere più nulla fino al prossimo mese… ma è un investimento no?

    1. Mi è capitato di dover partire con un paio di scarpe nuove comprate a ridosso del viaggio e infatti confermo il massacro. Da quel giorno quando acquisto delle scarpe da viaggio le sottopongo preventivamente ad uno stress test almeno una settimana prima, proprio per abituare i piedi alla calzatura nuova di zecca.
      Visto che belli? Tra l’altro a parte il logo si intonano con i colori di casa mia, sono proprio le MIE scarpe 😉
      Li ho visti i sandali di cui parli, sembrano fasciare il piede ad hoc e magari sono anche comodi e quando è così non c’è spesa che tenga!
      Grazie infinite Silvia, ti abbraccio!

  4. Consolati, anche io sono il tipo di persona che viaggia con un solo paio di scarpe e si, devono essere comode (e possibilmente belle, lo so, sono fanatica ahahaha).
    A me queste SOREL Shoes piacciono moltissimo e mi fido sulla tua parola in quanto a comodità!
    E comunque speravo di vedere anche le porte di casa tua AHAHAHAHA
    Un bacione Orsa! :*

    1. Davvero anche tu? Fantastico abbiamo rischiato di ritrovarci tutte insieme in un negozio di calzature in Europa per un acquisto d’emergenza! 😀 😀
      Sei formalmente invitata per un blogtour alla scoperta delle porte di casa mia con guida turistica e brunch finale di mozzarelle 😛 Inoltre dovrai scoprire dietro quale porta si celi il Sacro Graal. Si vince un biglietto aereo 😀
      Un bacione e buon inizio settimana, grazie Cris! 😉

  5. Meglio non parlare di voli cancellati che rosico per il prossimo settimana che sarei dovuta essere a Bruxelles ed ho cancellato a causa del lavoro…. Caliamo un velo pietoso.
    Parlando di cose belle e fighe, sono impazzita per questi scarponcini. Non conoscevo la marca ma ho sorriso a vedere un orso come logo, fatta apposta per voi. 😉 heheheh

    1. Ma no che mi dici 🙁 mi dispiace!
      Approfitta per consolarti con un bel paio di scarponcini allora! A volte è proprio vero che lo shopping sia terapeutico 😛
      Io invece sono impazzita quando ho visto il logo dell’orsa! Hai ragione sembra proprio fatta apposta per me 😉
      Baci Lilly!

  6. No vabbè non ci credo! Pure il disegnino dell’orso bianco sta sulla marca! Ma che è, tieni tutto personalizzato!!!
    Hai ragione, avere ai piedi scarpe comode è essenziale specialmente quando si è in viaggio e bisogna camminare tanto. Lo so bene dopo aver patito le pene dell’inferno a causa di scarpe sbagliate.
    Ciao Dani

    1. Visto che carino il logo? Guarda nemmeno io avrei potuto fare di meglio 😉 Ci manca solo che adotto un orso con la WWF e sto a posto 😛
      Non ne parliamo che un viaggio con le scarpe sbagliate può trasformarsi davvero in un dramma, una tragedia greca!
      Grazie Tizzi, a presto 😉

  7. Anch’io parto con un solo paio di scarpe (e le infradito per gli alberghi/ostelli!), ma odio fare shopping quindi per me sceglierne un paio è sempre una tragedia ahah specialmente perché ho il piedone e gli anni di danza mi hanno regalato un collo del piede pronunciato che sfascia qualsiasi tipo di calzatura. Però queste sembrano davvero carine e comode, mi piacciono gli stivaletti!

    1. Ciao Giulia! Eh le infradito per la doccia sono imprescindibili come la custodia dei farmaci!
      Mi sto riscoprendo sempre più simile a voi…e io che credevo di essere sbagliata hahahahah anche io odio fare shopping come te 😉
      Ma che potenza di collo del piede che hai, tanto da sfasciare le scarpe? 😀 Muoro!
      Ti ringrazio per essere passata, che si dice in Europa dell’Est? Qui in questo momento pendiamo tutti dalle labbra (a trovarle) di Mattarella 😛
      Un abbraccio!

  8. Cara mia Orsa sei in dolce compagnia. Anche io abitualmente viaggio in mono scarpa e più di una volta sono stato costretto ad acquistarne di nuove in loco. Una volta Cico mi è dovuta a prendere poiché delle scarpe era rimasto solo la parte superiore e non potevo fare manco un passo. Da ultimo in Madagascar, fortunatamente alla fine del trekking Questo è ciò che capita a chi viaggia con il bagaglio a mano darò sicuramente un’occhiata al tuo brand per future esigenze

    1. Anche tu socio di bagaglio a mano?! Fantastico, siamo in tanti allora! La sfida è sempre più restrittiva: più giorni di viaggio VS zaino sempre più piccolo con modalità barbone-on.
      Anche se i barboni a volte hanno molta più roba di me quando viaggio 😛
      Ti ringrazio per la visita, nel frattempo le scarpe testo per bene e ti faccio sapere 😉

      1. Si, ho iniziato a viaggiare leggero da quando sono andate perse le valige in Messico. Sono riuscito a farne a meno per 12 giorni; metà viaggio

    1. Ebbene si, anche sullo zaino (sia quello estivo che quello invernale), sull’agendina, sui laccetti per appendere al collo la compatta, sul k-way e non mi ricordo più dove ancora 😀
      ….quando si dice viaggiare sponsorizzati. Mi auto-sponsorizzo io! 😛
      Ti ringrazio per i complimenti, buona serata 😉

  9. No. Una passeggiata con la suocera, no. Nemmeno con un paio di scarpe Sorel ai piedi. Credimi, entreresti in conflitto anche con il comfort. So che sei ben disposta, ma non esagesage con i buoni propositi! Sii parca nelle tue esternazioni.
    Di recente parlavo con Silvia di scarpe. Io ho perennemente problemi ai piedi. Sai quanti viaggi compressi ci sono nel mio bagaglio, a causa delle scarpe? Trovare un modello bello, confortevole, waterproof, che faccia sentire a proprio agio, per quanto mi riguarda è davvero come trovare il Sacro Graal (che per inciso è ostaggio di Giacobbo).
    Per questo domani, per prima cosa, vado a vedere il sito di Sorel, mi hai incuriosito: mi servono scarpe comode per i prossimi viaggi! E sono troppo belle, adoro modello e colore.
    A proposito di stile innato..fammi capire. Hai l’ombrello con il logo ?
    Sei veramente un’Orsa sciccosa!
    Buona serata Dani, un bacione,
    Claudia B.

    1. hahahahah hai ragione! Fra la passeggiata con la suocera e Despacito effettivamente il tormentone estivo è il “tormentone” minore! 😛
      Si l’ombrello con il logo fa parte di quella collezione di gadget (agendina, zaino nero ecc) che acquistai da MyGadget tanto tempo fa. L’ombrello è carinissimo solo che pesa quanto una suocera in una vita matrimoniale, ragion per cui in viaggio non lo porto quasi mai. In città non posso usarlo perché bloggo in incognito per cui non mi resta che usarlo almeno per le foto fighe 😛
      Un bacione anche a te!

  10. Eccomi qua, un’altra che quando parte si porta solo le scarpe che ha ai piedi. Di solito va tutto bene, tranne quando il maledettissimo alluce valgo mi ricorda quanto può far male, e allora desidererei avere le mie amatissime Superstar ai piedi, che però impermeabili non sono… insomma, una tragedia! A cui potresti avermi suggerito una soluzione… vado subito a dare una sbirciatina sul sito!!
    E comunque… scarpe col tuo loro, non ho parole. La chiccheria pura!! Un bacione Orsa

    1. Ma allora siamo tantissimi mono-paio di scarpe! E’ vero, le superstar non sono waterproof, cosa che durante un temporalaccio estivo può essere davvero un tragedia. Anche perché in albergo ci si rintana solo alla sera e gironzolare con le scarpe “annegate” è un tantino scocciante 😛
      Celeste o opti per un trattamento col flatting delle tue superstar oppure per un paio di Sorel 😀 😀 😀
      Buona serata un bacione!

  11. Io a volte porto due paia di scarpe ma molto spesso sono costretta ad una sola ed avendo problemi alla schiena è un vero e proprio dramma scegliere il paio adatto ad ogni situazione. D’inverno poi…lasciamo proprio perdere! D:
    Queste scarpe sono una forza, belle nei colori e delicate e poi vogliamo parlare del marchio con l’orsa?
    Dai, dillo che le hanno create proprio per te, che non esistevano prima!!!
    Un bacione Dani 😀

    1. Si Lu purtroppo è vero, quando si soffre di schiena il bagaglio pesa quanto una tragedia greca lo so!
      hahahah magari fossi proprietaria del marchio! Regalerei una collezione intera a tutti voi! 😉
      Bacione anche a te!

  12. Orsa, queste sono davvero le tue scarpe! Da logo, al colore, allo stile, le vedo adattissime a te! Non avevo mai sentito prima questo brand, grazie per avermele fatte conoscere! Vado a spulciare subito il sito… e se c’è anche qualche modello non in pelle, saranno mie! 🙂

    1. Grazie Stefania! Dopo zainetto, ombrello e miei gadget vari…quando ho visto queste scarpe con l’Orsa le ho desiderate all’istante! 😉

  13. No vabbè, ma te hai tutto il kit completo dell’Orsa perfetta! Sei uno spettacolo!!
    Sis, visto che EVIDENTEMENTE abbiamo un avo in comune, non posso che dirti che anche io sono militarizzata e come tale, trovo questi scarponcini FIGHISSIMI! Ecco… io ancora non ho trovato la scarpetta per il mio pieduzzo, infatti spesso e volentieri come souvenir riporto a casa un paio di scarpe nuove da tanto sto male in quelle con cui parto; quelle in cui sto bene si riconoscono benissimo invece, hanno i buchi e la suola rincollata, ma io mi rifiuto di cambiarle!

    1. *_* Noooo e quindi troviamo entrambe irresistibile il military outfit? Sis, dimmi che ami gli Angela, adori la Nutella e odi tua suocera! Confermamelo (se non hai una suocera inventala) e ti aggiungo al mio stato di famiglia come sorella di diritto! 😉
      Ahhh le scarpe…perchè non le fanno come per i diamanti “per sempre” 😛

      1. Puoi aggiungermi immediatamente come orsella la sorella!
        Pensa che ho prenotato la visita ai fori di Roma, solo perchè nell’audioguida parla Piero Angela; della nutella #chetelodicoafare e della suocera….beh perchè è possibile amarle? Anche quelle immaginarie dico…

  14. Devo dire che a forza di girovagare per l’Inghilterra mi ritrovo pure io ad avere necessità di scarponcini impermeabili. Gli inglesi amano gli stivali di gomma, ma con un paio come i tuoi potrei persino sopravvivere al campeggio tanto amato dal British boyfriend (ovviamente accompagnati da borsa dell’acqua calda coordinata!!!)

    1. hahhahaah con la borsa d’acqua calda 😀 vuoi mettere che outfit stiloso che verrebbe fuori? Le ho testate la settimana scorsa durante un tempaccio burrascoso e devo ammettere che non me l’aspettavo…asciutte sul serio! Del tipo che cappotto, jeans e maglioncino allagati (ombrello distrutto causa vento) ma gli scarponcini erano perfettamente asciutti: il trattamento waterproof funziona 😀
      Ciao Paola grazie per essere passata e buona Pasqua british! 😉

  15. Che bel post ! Mi piace la tua ironia.
    Sai che non conoscevo questo marchio, andrò a sbirciare nel sito.
    Per me una scarpa comoda è la Mojito della Scarpa. Ciaooooooo.

  16. Viaggiare con scarpe comode è essenziale, parola di una che come te macina chilometri a piedi e ha l’abitudine di portarsi dietro (quasi sempre) solo un paio di scarpe 🙂 P.S. Applausi per il tuo ombrellino!

    1. Ciao Serena! Ma siamo tantissimi quelli del “mono paio di scarpe” 😛 A questo punto riflettendoci penso che rischiamo di brutto vista l’abitudine di camminare per chilometri! Grazie, l’ombrello è sfizioso ma di un pesante 😀 infatti raramente lo porto con me in viaggio! 😉

Rispondi