L’ Isola D’Elba e il piano diabolico

“Ho mosso i primi passi della mia carriera nel posto più bello del mondo. Non ho subìto la pesantezza della vita militare, il rigore del corso o la lontananza dalla famiglia proprio grazie all’ isola d’Elba.”

Mio padre, ultimamente assiduo protagonista del mio blog, molto spesso mi parla di Portoferraio e della scuola Allievi Guardia di Finanza dove ha imparato “i rudimenti” del mestiere.
Se mentre da bambina potevo soltanto fantasticare sulle sue parole o su alcune foto in b/n dei primi anni ’70 ora, grazie al web, posso finalmente vederla l’acqua cristallina descritta da mio padre.
E penso con moltissima invidia che anch’io avrei voluto studiare su un’isola!
Ogni volta che in famiglia si prende l’argomento a mio padre vengono i lucciconi, segno che per lui è stato evidentemente un periodo stupendo e da ricordare con nostalgia.
E come dargli torto?

La mia mente diabolica ha già cominciato ad elaborare un piano (un piano a lungo termine le cui ragioni vi spiegherò più in basso): sapete, ogni volta che prenoto per una nuova destinazione i miei mi chiedono “Con l’aereo? Ah peccato altrimenti saremmo venuti anche noi”.
L’unica cosa che impedirebbe ai boss di diventare i miei inseparabili travel-mates è infatti il volo.
Ma se gli proponessi un revival all’Isola D’Elba via traghetto credo che accetterebbero all’istante. Ovviamente la condizione imprescindibile è che mi offrano il viaggio (ma che figlia bastarda!)

Il mio piano è quello di prenotare online biglietti per l’isola d’Elba partendo da Piombino con destinazione Portoferraio imbarcando anche la nostra auto per muoverci sull’isola con più autonomia.
L’idea è di visitare l’isola d’Elba fuori stagione e lontano dalla calca turistica.  Ma il mio vero obiettivo è lei l’isola dell’immagine di copertina: l’Isola di Montecristo distante da Portoferraio solo 18 miglia nautiche (33 km).
Sogno di vederla praticamente da quando da ragazzina feci la conoscenza di Edmond Dantès.

Attualmente l’Isola è una riserva naturale statale gestita da quella che fino a poco tempo fa era la Guardia Forestale (era perchè ora assorbita dai Carabinieri).
A parte l’aspetto selvaggio e incontaminato dell’isola, trovo terribilmente romantico il fatto che nel corso dei secoli i suoi unici abitanti fossero una coppia di guardiani.
Giorgio e Luciana sono i guardiani attuali dal 2009, mentre prima di loro Goffredo e Carmen fino al 2008 e così via, fino a risalire alla prima coppia di guardiani Cesare e Argia dal 1890 al 1920.

Giorgio e Luciana, guardiani dell’Isola di Montecristo

Per raggiungere e visitare l’isola di Montecristo occorre chiedere una sorta di “visto” inoltrando una domanda all’Ufficio Territoriale per la Biodiversità del Corpo Forestale dello Stato di Follonica. Per chi come me fosse armato di fede e speranza quì c’è il modello altrimenti se conoscete qualcuno presentatelo anche a me.
Pare che il numero delle richieste sia talmente enorme che si tocchino punte di attesa di quattro anni!
Le domande vanno presentate entro il 31 gennaio di ogni anno. Gli accessi “liberi” consentiti sono di un’imbarcazione al giorno contenente massimo 15 persone. Mentre con visita guidata ed escursione il massimo è 1000 persone all’anno ripartite fra 600 studenti e 400 adulti.
Con questa tempistica, a parte fare i capelli bianchi, ho tutto il modo di realizzare con calma i dettagli del mio piano diabolico e renderlo degno di un romanzo alla Alexandre Dumas (padre e figlio).

La Fortezza dell’Isola di Montecristo

Tutte le foto sono di @MarcoRolando ad eccezione dell’ultima tratta da Wikipedia.

30 pensieri su “L’ Isola D’Elba e il piano diabolico

  1. Ma che bella l’idea di visitare l’isola di Montecristo! Non sapevo questa cosa dei due guardiani che ci vivono: potrebbe essere lo spunto perfetto per un giallo 😉
    Comunque ci sono davvero dei posti bellissimi facilmente raggiungibili via traghetto: magari ci incontriamo là se riesci a portare mamma e papà Orso!
    Buon weekend ❤

    • Uhh vero! *_* Ne avevo considerato il lato romantico ma un giallo effettivamente sarebbe perfetto per il mood dell’isola! Non spargiamo troppo la voce altrimenti corrono a girarci una brutta fiction! 😀 😀
      Magari Silvia, mi piacerebbe moltissimo! ^_^
      Buon fine settimana anche a te e ancora grazie! 😉

  2. Non sei una figlia cattiva, sei una figlia che vuole sopravvivere, il che è molto diverso. Possibilmente mantenendo una certa sanità mentale per i prossimi anni.
    Io all’Elba conto di sbarcare in moto a giugno (dal traghetto, non solcando le acque) per cui a breve mi metterò alla ricerca del prezzo giusto, ma per quanto riguarda l’Isola di Montecristo, essendoci stata qualche trilione di anni fa…mai avrei pensato ci fossero tutte queste limitazioni! No ma sul serio? Giuro non credevo. Ma tutti quelli che, come noi nel 2002, scendono ripetutamente dalle navi da crociera e vi si fiondano, come cavolo rientrano nei numeri limitati???
    PS: occhio ai custodi che si celano nelle nicchie…
    Buona giornata!
    Claudia B.

    • Si l’ho saputo e sappi che ti invidio tantissimo! Non so perchè ma trovo il connubio moto/isola una grandissima figata!
      Forse ho letto troppi diari di viaggio in moto e mi è rimasto l’imprinting! 😉
      Ma forse tu intendi l’isola d’If? In effetti il protagonista (reale) del romanzo fu davvero prigioniero nella fortezza di quell’isola, mentre la nostra ne porta solo il nome. 😛
      Ma comunque è capace di rievocarne le suggestioni! 😉
      A presto Claudia!

  3. Scommetto che tuo padre è orgoglioso di te per le tue idee diaboliche che…lo coinvolgono!!! 😀 😀 😀
    Devo dire che sei sempre un passo avanti rispetto a noialtri, e ti ci vedo anche immensamente bene a passeggiare fra gli angoli di quest’isola misteriosa.
    Ci si rivede tra quattro anni per le foto, allora, eh? 😉
    Ciauuuuu :********

    • Madò che attesa 🙁 Ti rendi conto che solo per fare domanda ormai devo aspettare gennaio 2018?
      Questa è una di quelle (rare) occasioni in cui vorrei conoscere qualche onorevole di turno hahaaahah…scherzo! 😛
      Ma perchè sono un passo avanti, dai che siamo tutti una “SQUADRA FORTISSIMI” hahahaa! 😉
      Buon WE!

  4. E come dare torto a tuo padre ma anche a te, che vuoi partire di corsa per visitare l’isola di Montecristo?! *_* sono luoghi che rievocano in me una certa nostalgia, di quella dolce… al pensiero del primo viaggio con la scuola e di una bambina che stava diventando adolescente ed iniziava a sentire la voglia della scoperta!!!!
    Ottima idea quella di portare i tuoi con te senza prendere l’aereo, che con il traghetto è molto meglio!
    un bacione Dani!

    • Si loro piuttosto che volare prenderebbero una di quelle vecchie corriere anni’50 😀
      Che belli i ricordi dei primi viaggi *_* tra l’altro sei stata privilegiata ad andare in gita scolastica sull’isola d’Elba, segno di un’evoluzione nei “viaggi-studio”…all’epoca nostra al massimo ci portavano per 30 minuti in qualche sito archeologico e tutto il resto della giornata ci depositavano all’EUR (buonanima!) 😛
      Un bacione anche a voi ragazzi, grazie e buon fine settimana :*

  5. Ma che bellezza, l’isola di Montecristo deve essere uno spettacolo unico. Appoggio il tuo piano diabolico, spero vivamente tu possa farcela! Incrocio le dita e ti mando un abbraccio!

  6. Se trovi qualcuno che ti offra un pass per l’Isola di Montecristo, ti prego, presentamelo! Io quest’anno ho fatto domanda ma purtroppo, nella lista dei fortunati, non ci sarà nessuna Marghe + 7…uffi però, non chiedevo mica tanto, la bevuta me la sarei portata da casa. ahahah Sai che non sono stata nemmeno all’Isola d’Elba? Pessima Toscana!

    • Ma io veramente speravo che me lo presentassi te! 😀 😀
      Comunque hai fatto domanda e dovresti essere in lista d’attesa valida anche per gli anni a venire, giusto?
      Ma come non sei stata sull’isola d’Elba…nononononò tocca rimediare Marghe! 😉

      • Mmm non lo so se è valida anche per i prossimi anni, ma onestamente non credo, perchè nella domanda c’è uno spazio in cui ti chiedono da quanti anni sei in lista. Montecristo è sinonimo di avventura, sia per chi vuol abbandonarla, che per chi vuol entrarci

        • Credo di si Marghe, altrimenti non avrebbe senso la lista di attesa di 4 anni (come ho letto sul web). Però accertati, magari qualcuno rinuncia facendoti “salire in graduatoria” hihhiii!
          Come ultima spiaggia c’è sempre il piano di Tiziana!
          Oppure possiamo procurarci un vecchio gommone e provare a fare “un inchino” all’isola 😀

  7. Mi ha sempre affascinato l’isola d’Elba, non so se per la forma a pesciolino, ma credo di più per le splendide immagini che ho sempre visto. Certo, l’isola di Montecristo sarebbe proprio una chicca!

    • Una chicca a quanto pare riservata a pochi eletti!
      ….mò la dico…e se giocassimo la carta/blogger?
      hahhahah l’ho sparata dai 😉
      Ciao!

  8. Tutta quest’attesa??? Senti a me, fai prima a improvvisarti paracadutista e approdare giust giust là. Una volta che sei arrivata che ci puoi fare? Eeee, dì a Giorgio e Luciana che avete sbagliato rotta, cssà, io non ne capisco… insomma, devi dire “qualcosa è andato storto. Abbiamo fatto come Cristoforo Colombo, pensavamo di paracadutarci in un’altra isola. Mè, ià, mò invitateci a pranzo che teniamo fame e togliamo il disturbo”. Capì, prova a fare così?

  9. L’Elba fuori stagione te la straconsiglio. Io l’ho adorata a fine Primavera. Associare la visita a Montecristo è davvero un’idea originale. Son curiosa, poi, di leggere i racconti a riguardo una volta che raggiungerei l’obiettivo 🙂

    • Ciao Roberta! Vero queste mete sono il top assolutamente fuori stagione lontano dalla calca. Ho letto il tuo post e concordo…neanch’io solitamente amo stare in spiaggia quindi tutte le località balneari dall’autunno alla primavera sono delle destinazioni potenziali per viaggiatrici come noi ^_^
      Buona Pasqua fatta e grazie per essere passata! 😉

Rispondi