L'Orsa Nel Carro Travel Blog

Cosa vedere a Cracovia in 48 ore

cosa vedere a Cracovia

Vi mostro cosa vedere a Cracovia in 48 ore

E’ vero, la capitale politica della Polonia è Varsavia ma Cracovia è stata [giustamente] eletta la capitale culturale, vuoi per le bellezze architettoniche vuoi per le numerose università sparse sul suo territorio.
Tra l’altro è l’unica città le cui architetture sono scampate ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, per cui quello che offre al visitatore è assolutamente original! Continue reading

Cosa mangiare a Cracovia e dove dormire

Cosa mangiare a Cracovia

Cosa mangiare a Cracovia, tanto e spendendo pochissimo!

E’ tanto e tale il materiale prodotto dai Travel Blogger che ci si potrebbe compilare non un’enciclopedia ma un’Opera di spessore teologico, un intero Giubileo di Opere Corporali per Viaggiatori: dar da mangiare all’affamato, dar da dormire al pellegrino, insegnare ai viaggiatori (ignoranti), visitare gli inf…ehm i musei, consigliare i dubbiosi.
Non trovate che con un’opera simile ci si dovrebbero spalancare le porte della misericordia del viaggio eterno? (badate bene, non quello da STESI).
E’ curioso come sebbene io non sia credente abbia fatto un’associazione di pensiero di tale levatura ecumenica, no?

Così, mentre in questi giorni mi disperavo all’idea che la mia mente partorisse paroloni da catechista, proprio mentre stavo ormai arrendendomi alla possibilità di essere diventata più buona, ecco che ricevo una folgorazione che, ironia della sorte, potrei definire Divina!
Cracovia!
Ma certo, Cracovia! Continue reading

Come arrivare a Cracovia: ecco alcune info utili

orsa-cavalli

Dialogo fra due cavalli in Piazza Rynek Glowny, centro di Cracovia:

-Psss…hey Kripstak! Attenzione a ORE-DUE la vedi quella lì: mora, anfibi e tipica faccia da stalker di cavalli?
-Si Petrektek la vedo.
-Prevedo rogne Kripstak, vedrai adesso si avvicinerà per infastidirci.
-Oddio Petrektek, mi sta guardando…ho paura che facciamo?
-Calmati Kripstak staiserena niente panico, non darle confidenza e non ti accadrà nulla, capito Kripstak? Ohhh Kripstak mi stai ascoltando….?

“Macciao! Puccipucci bel cavallino ma quanto sei bello! Vieniqui Machebelmusetto…

…quant’ sì bbèll!”

In realtà non è che sia così esaurita però è vero: qualsiasi animale io veda per strada lo devo avvicinare. Prima o poi lo so, verrò castigata con qualche morso, graffio o calcio. Continue reading

Budapest come muoversi, dove dormire ed altre info utili

Le magliette a maniche lunghe sono ormai un lontano ricordo ma è bastato il calo repentino delle temperature dei giorni passati a riportarmi con la mente al mio viaggio a Budapest.
Era lo scorso gennaio e tanto per cambiare era la settimana più fredda dell’anno (perché ormai il mio stalker di viaggio ha un nome e si chiama Burian).

Dopo aver descritto un itinerario classico ed uno decisamente più insolito ecco qualche consiglio utile su come muoversi a Budapest e dove dormire. Continue reading

SOREL le scarpe da viaggio dell’Orsa con l’Orsa!

Scarponcini SOREL

Ieri camminavo per le strade del centro con la piega distrutta dall’umidità, dopo una giornataccia di cazziatoni al lavoro, due ore passate con la suocera (e dico DUE) e neanche uno straccio di biglietto aereo in vista per i prossimi mesi.
Per quanto mi riguarda poteva anche esserci l’Apocalypse Now per strada. Eppure avevo un sorrisetto beato stampato in volto.
Sarebbe bastato orientare lo sguardo in basso per capire il perché: le scarpe, le mie scarpe da viaggio.
E’ vero sono un’Orsa, ma in fondo sono pur sempre una femmina. Continue reading

Bagaglio: la Top 5 dei Travel Blogger

Prima di ringraziare Silvia di The Food Traveler e Tiziana di La Valigia In Viaggio per avermi invitata a partecipare a questo tag, voglio fare un appello e chiedere se qualcuno di voi possa passarmi il numero di uno svuotacantine bravo e con un furgone bello grande: ho bisogno urgente di fare pulizie e ordine in bozze.

Anche questo post infatti giaceva dimenticato in bozze e siccome i mali non vengono mai da soli, un improvviso lutto che ha colpito la mia scrivania mi ha costretta a rimanere bloccata più di una settimana senza pc.
Il MIO pc con tutte le foto dei miei ultimi due anni di viaggio non so se mi spiego!
Il calendario sto giro l’ho recitato in sanscrito.

Ma bando agli sfoghi, anche se in ritardo cane rispondo volentieri all’iniziativa di Sandra di Passaporto e Colori che recentemente ha fatto girare nella community di blogger viaggiatori questa domanda: “indipendentemente dalla meta e dalla durata del vostro prossimo viaggio, quali sono le 5 cose che non possono mancare nel bagaglio?”
In ordine sparso la top 5 degli oggetti imprescindibili che non possono mancare nel mio zaino è: Continue reading

Cosa vedere a Kaunas

Esclusa dai circuiti turistici più noti [ma ancora per poco], Kaunas nel periodo più fiorente del dominio della Lega anseatica ha visto passare tonnellate di ambra, pellicce e manufatti in legno destinati ai mercati dell’Europa Centrale.
Invece io prevedo che in un immediato futuro Kaunas vedrà passare [e sostare] tantissimi turisti! Il fermento culturale c’è, l’accoglienza pure e tantissime cose da fare e da vedere anche!
E’ vero che il mio viaggio a Kaunas è durato soltanto tre giorni ma l’imprinting che ho ricevuto è stato quello di una città giovane ma ordinata, esuberante ma legata alle tradizioni, decadente ma bella da vedere. E quando dico decadente lo dico nell’accezione positiva del termine.
Dopo alcune info utili e qualche consiglio su cosa mangiare ecco finalmente il post su cosa vedere a Kaunas. Continue reading