Le città Europee più economiche da visitare

Viaggiare fa bene al cuore, agli occhi e all’anima. E per fortuna grazie alle offerte sui voli lowcost fa bene anche al portafogli!

La nostra cara Europa offre innumerevoli spunti per godersi city break all’insegna di meravigliose architetture, buon cibo, divertimento e anche tanta natura.
Le città Europee più economiche da visitare sono quelle dell’Europa dell’Est: bellissime e con un ricco (purtroppo a volte traumatico) retaggio storico ma con un’offerta culturale davvero senza pari.

Le città Europee più economiche da visitare: Praga

Cosa vedere a Praga

Praga è la regina fra tutte le città Europee più economiche.
Bella e misteriosa, Praga è a misura di viaggiatori low budget grazie alla possibilità di soggiornare in sistemazioni economiche, confortevoli e provviste di ogni servizio essenziale.

Praga Ponte Carlo

Perdetevi nelle strade della Old Town ammirando con il naso all’insù l’iconico orologio astronomico o il romanticissimo Ponte Carlo.
Praga è economica anche dal punto di vista degli spostamenti con i mezzi pubblici, degli ingressi in musei, attrazioni e soprattutto del cibo. L’ottima birra di Praga ad esempio è più economica dell’acqua!

Le destinazioni Europee più economiche da visitare: Cracovia

città Europee più economiche da visitare

Visitare Cracovia equivale a fare un tuffo nel medioevo, grazie al suo centro storico molto ben conservato. E non è tutto perché sotto la maestosa Rynek Glówny, al momento la piazza più grande d’Europa, è possibile fare un ulteriore salto indietro nel tempo, grazie ad un museo sotterraneo incredibile (ma non svelo nulla)!

Passeggiare fra le strade lastricate di Cracovia è come calpestare la storia di quest’antica e bella città, storia che passa dal medioevo fino ad arrivare ai terribili eventi del Novecento. Molto toccante infatti è la visita al quartiere ebraico. Se vi va spingetevi fino al memoriale del Campo di Concentramento di Auschwitz.

Anche Cracovia è decisamente economica. Un esempio? Colazione con una ricca selezione di cornetti, pane, marmellata, cioccolata e caffè a soli 4 Euro!

Le mete Europee più economiche da visitare: Budapest

città Europee più economiche da visitare

Una delle Capitali più belle dell’Europa dell’Est.
Elegante, monumentale e romantica, Budapest è tagliata in due del bel Danubio blu ed entrambe le rive (Buda e Pest) offrono occasioni per innamorarsi perdutamente degli echi di una storia che ancora si respira lungo il fiume.

città Europee più economiche da visitare

Viva e vibrante d’estate ma sicuramente più affascinante in pieno inverno. Non perdete il Bastione dei Pescatori, una visita nel Parlamento più bello del mondo ed una romantica crociera serale sul Danubio.

Le città Europee più economiche da visitare Kaunas

città Europee più economiche da visitare

La Lituania? Perché no! Visitare Kaunas magari in tarda primavera è stata un’autentica sorpresa. Vivace, piena di giovani, di locali e di spunti per visite culturali.

Come ad esempio il Museo Etnografico, il Museo del Diavolo (ce ne sono due in tutto il mondo) o lo struggente memoriale dedicato al genocidio ebraico.

Niente male neanche i centri commerciali che fanno il verso a quelli di Dubai!
Kaunas è una meta economica sia per quanto riguarda il cibo che le sistemazioni alberghiere (ce ne sono di carinissime nella Old Town).

@momondo #owtravelers #admomondo

Gozo Comino e Blue Lagoon a bordo di Luzzu Cruises

crociera Gozo Comino con Luzzu Cruises

Sliema è la città che fronteggia il profilo settentrionale di Valletta: il suo lungomare pullula di residence per i giovani viaggiatori che animano la movida notturna di quella parte di costa maltese. Esattamente da quel lungomare partono giornalmente numerosi tour in barca per visitare Malta nella sua interezza.

Io ho scelto una crociera Gozo e Comino con Luzzu Cruises perché offre, a mio avviso, il tour più completo, utilissimo per i 48h/traveller che abbiano l’esigenza di un all inclusive che coniughi servizio, prezzo e, soprattutto, poco tempo a disposizione! Continua a leggere

PORTAmi a Malta: un excursus fotografico sulle porte maltesi

battiporta maltesi

E niente, la croce di Malta non l’ho ricevuta. In compenso però, al ritorno dalla mia 48h maltese, sono stata insignita dell’ennesimo riconoscimento ufficiale StressaMarito Award, un grande classico ormai, pur con un itinerario di massima non completamente rispettato a causa del ritardo aereo all’arrivo.

E poi mi sono portata a casa una collezione di battiporta maltesi!

Continua a leggere

Cosa visitare a Praga diario di un’Orsa: giorno #2

cosa vedere a Praga

07:00 del mattino, ci svegliamo con il profumo di caffè (americano di Praga) e con il tintinnio delle tazzine.
La nostra camera, ubicata in prossimità dell’area riservata allo staff, ci permette di ascoltare “piacevolmente” ogni singola azione del personale mentre si dedica alla preparazione della frugale colazione: panini, burro, marmellata, caffè lungo, formaggino (!!!), yogurt e uno strano paté che non ho avuto il coraggio di aprire. Continua a leggere

Scoprire Firenze con le guide WHAIWHAI

Sono prontissima per scoprire Firenze con le guide WHAIWHAI.

Con le spalle rivolte all’ingresso della Basilica di S.Maria Novella, nel pieno centro di Firenze, digito sul mio smartphone il seguente sms:
“Orsa 4 Avanzato N”, dove Orsa sta per il nome del partecipante, Avanzato per il livello di gioco (eh sono una tipa tosta) e N sta per Nord (il gioco permette di scegliere la zona della città da cui iniziare prendendo come riferimento Piazza della Signoria). Continua a leggere