Kaunas info utili sulla piccola Parigi della Lituania

Pensando ai miei viaggi di questi ultimi due anni riflettevo sul fatto sono tutti accomunati da un unico filo conduttore: l’acqua. Già, l’acqua!
Praga, Firenze, Colmar con i suoi meravigliosi canali navigabili e Cracovia sono tutte città lambite da grandi fiumi.
E poi c’è stata Malta con il suo mare indimenticabile.

Ma è in Lituania che ho toccato l’apoteosi, non a caso si dice che in Lituania ovunque si posi lo sguardo, è possibile vedere uno specchio d’acqua. Ed è vero! Continua a leggere

Cosa vedere a Cracovia in 48 ore

cosa vedere a Cracovia

Vi mostro cosa vedere a Cracovia in 48 ore

E’ vero, la capitale politica della Polonia è Varsavia ma Cracovia è stata [giustamente] eletta la capitale culturale, vuoi per le bellezze architettoniche vuoi per le numerose università sparse sul suo territorio.
Tra l’altro è l’unica città le cui architetture sono scampate ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, per cui quello che offre al visitatore è assolutamente original! Continua a leggere

Cosa mangiare a Cracovia e dove dormire

Cosa mangiare a Cracovia

Cosa mangiare a Cracovia, tanto e spendendo pochissimo!

E’ tanto e tale il materiale prodotto dai Travel Blogger che ci si potrebbe compilare non un’enciclopedia ma un’Opera di spessore teologico, un intero Giubileo di Opere Corporali per Viaggiatori: dar da mangiare all’affamato, dar da dormire al pellegrino, insegnare ai viaggiatori (ignoranti), visitare gli inf…ehm i musei, consigliare i dubbiosi.
Non trovate che con un’opera simile ci si dovrebbero spalancare le porte della misericordia del viaggio eterno? (badate bene, non quello da STESI).
E’ curioso come sebbene io non sia credente abbia fatto un’associazione di pensiero di tale levatura ecumenica, no?

Così, mentre in questi giorni mi disperavo all’idea che la mia mente partorisse paroloni da catechista, proprio mentre stavo ormai arrendendomi alla possibilità di essere diventata più buona, ecco che ricevo una folgorazione che, ironia della sorte, potrei definire Divina!
Cracovia!
Ma certo, Cracovia! Continua a leggere

Cosa fare nei dintorni di Cracovia: visitare le Miniere di Sale Wieliczka

visitare le Miniere di Sale Wieliczka

Nelle Miniere di Sale Wieliczka si respira lo splendore delle miniere di Moria, si respira l’odore benefico e terapeutico del salgemma, si respira il fascino delle leggende degli antichi regnanti dell’Est e soprattutto… si respira!

La frase di benvenuto della simpatica guida in lingua italiana è stata infatti:
Salve a tutti, io sono Beata, respirate l’aria della miniera e adesso scendete con me i primi 380 scalini“. Continua a leggere

ll campo di concentramento di Auschwitz: un capolavoro d’ingegneria della cattiveria umana

visitare il Campo concentramento Auschwitz

In silenzio e con gli occhi bassi. Così sono tornata dalla visita del complesso che ospita il campo concentramento Auschwitz e quello di sterminio di Birkenau (Auschwitz II), distanti l’uno dall’altro solo due km. Due km che separavano i condannati a morte dai condannati alla vita.

Già, vita. Ma quale vita era quella di un “ospite” di Auschwitz? La neve solitamente con il suo candore ovatta e ingentilisce tutto. Ma qui no. Questo posto nel suo drammatico silenzio urla tutto l’abominio del mondo. Continua a leggere

Come arrivare a Cracovia: ecco alcune info utili

orsa-cavalli

Dialogo fra due cavalli in Piazza Rynek Glowny, centro di Cracovia:

-Psss…hey Kripstak! Attenzione a ORE-DUE la vedi quella lì: mora, anfibi e tipica faccia da stalker di cavalli?
-Si Petrektek la vedo.
-Prevedo rogne Kripstak, vedrai adesso si avvicinerà per infastidirci.
-Oddio Petrektek, mi sta guardando…ho paura che facciamo?
-Calmati Kripstak staiserena niente panico, non darle confidenza e non ti accadrà nulla, capito Kripstak? Ohhh Kripstak mi stai ascoltando…?

“Macciao! Puccipucci bel cavallino ma quanto sei bello! Vieniqui Machebelmusetto…

…quant’ sì bbèll!”

In realtà non è che sia così esaurita però è vero: qualsiasi animale io veda per strada lo devo avvicinare. Prima o poi lo so, verrò castigata con qualche morso, graffio o calcio. Continua a leggere

Le città Europee più economiche da visitare

Viaggiare fa bene al cuore, agli occhi e all’anima. E per fortuna grazie alle offerte sui voli lowcost fa bene anche al portafogli!

La nostra cara Europa offre innumerevoli spunti per godersi city break all’insegna di meravigliose architetture, buon cibo, divertimento e anche tanta natura.
Le città Europee più economiche da visitare sono quelle dell’Europa dell’Est: bellissime e con un ricco (purtroppo a volte traumatico) retaggio storico ma con un’offerta culturale davvero senza pari.

Le città Europee più economiche da visitare: Praga

Cosa vedere a Praga

Praga è la regina fra tutte le città Europee più economiche.
Bella e misteriosa, Praga è a misura di viaggiatori low budget grazie alla possibilità di soggiornare in sistemazioni economiche, confortevoli e provviste di ogni servizio essenziale.

Praga Ponte Carlo

Perdetevi nelle strade della Old Town ammirando con il naso all’insù l’iconico orologio astronomico o il romanticissimo Ponte Carlo.
Praga è economica anche dal punto di vista degli spostamenti con i mezzi pubblici, degli ingressi in musei, attrazioni e soprattutto del cibo. L’ottima birra di Praga ad esempio è più economica dell’acqua!

Le destinazioni Europee più economiche da visitare: Cracovia

città Europee più economiche da visitare

Visitare Cracovia equivale a fare un tuffo nel medioevo, grazie al suo centro storico molto ben conservato. E non è tutto perché sotto la maestosa Rynek Glówny, al momento la piazza più grande d’Europa, è possibile fare un ulteriore salto indietro nel tempo, grazie ad un museo sotterraneo incredibile (ma non svelo nulla)!

Passeggiare fra le strade lastricate di Cracovia è come calpestare la storia di quest’antica e bella città, storia che passa dal medioevo fino ad arrivare ai terribili eventi del Novecento. Molto toccante infatti è la visita al quartiere ebraico. Se vi va spingetevi fino al memoriale del Campo di Concentramento di Auschwitz.

Anche Cracovia è decisamente economica. Un esempio? Colazione con una ricca selezione di cornetti, pane, marmellata, cioccolata e caffè a soli 4 Euro!

Le mete Europee più economiche da visitare: Budapest

città Europee più economiche da visitare

Una delle Capitali più belle dell’Europa dell’Est.
Elegante, monumentale e romantica, Budapest è tagliata in due del bel Danubio blu ed entrambe le rive (Buda e Pest) offrono occasioni per innamorarsi perdutamente degli echi di una storia che ancora si respira lungo il fiume.

città Europee più economiche da visitare

Viva e vibrante d’estate ma sicuramente più affascinante in pieno inverno. Non perdete il Bastione dei Pescatori, una visita nel Parlamento più bello del mondo ed una romantica crociera serale sul Danubio.

Le città Europee più economiche da visitare Kaunas

città Europee più economiche da visitare

La Lituania? Perché no! Visitare Kaunas magari in tarda primavera è stata un’autentica sorpresa. Vivace, piena di giovani, di locali e di spunti per visite culturali.

Come ad esempio il Museo Etnografico, il Museo del Diavolo (ce ne sono due in tutto il mondo) o lo struggente memoriale dedicato al genocidio ebraico.

Niente male neanche i centri commerciali che fanno il verso a quelli di Dubai!
Kaunas è una meta economica sia per quanto riguarda il cibo che le sistemazioni alberghiere (ce ne sono di carinissime nella Old Town).

@momondo #owtravelers #admomondo