Dove dormire a Verona sognando di essere Giulietta


Sogno di Giulietta” è un relais di lusso ubicato in uno dei luoghi più romantici al Mondo: il cortile della casa di Giulietta a Verona.
Gli ospiti che avranno la fortuna di alloggiare nelle camere che affacciano sul retro, si troveranno il balcone di Giulietta letteralmente vis-a-vis.
Devo ammettere che la cosa ha il suo grande fascino…di notte. Altra cosa è stato il giorno!
Orde di turisti che affollavano il piccolo cortile e altrettante orde di aspiranti Giuliette che si affacciavano dal famoso balcone per essere fotografate dai fidanzati sottostanti.
Chiasso in tutte le lingue.
La sera però, quando il cortile veniva chiuso al pubblico e, l’accesso era consentito solo agli ospiti dell’Hotel, tutto si trasformava in qualcosa di suggestivo ed unico.

Ho avuto la fortuna di godermi il cortile, la statua, il balcone di Giulietta da SOLA, con mio marito nella luce e nel silenzio di una mite serata di marzo.

L’ingresso del Relais Sogno di Giulietta si trova immediatamente a sinistra entrando dal cortile di Via Cappello.
Piccolo, lussuoso e molto discreto è il suo portoncino, con tanto di tappeto di velluto rosso a terra e transenne d’ottone.

Sebbene anche la hall fosse molto piccola, le superfici specchiate e gli arredi d’epoca le conferiscono un aspetto very luxury rendendola accogliente e di grande fascino.

Lo staff ci riceve e ci accompagna subito nella camera assegnata.
Premetto che avevo prenotato una standard e, per via di qualche congiunzione astrale positiva, ci “regalano” un soggiorno non solo in una camera superior, ma che affaccia sul retro!
Praticamente Giulietta sarebbe stata una nostra dirimpettaia!
Ma bella, bellissima, la camera!
Costituita da una sorta di disimpegno con salottino separato dalla vera e propria camera da letto, tramite una vetrata di legno laccato bianco.
Sfarzosi e d’epoca gli arredi con arazzi e moquette.
Attraverso un dispositivo video touch, situato sulla parete della porta d’ingresso, si comandavano luci, riscaldamento, musica di sottofondo e clima.


Dalle lenzuola alle placchette delle luci, tutto era brandizzato con il logo del Relais.

E poi: la TV con superficie a specchio, le travi di legno a soffitto e un bagno bello da prenderci la residenza.
Moderno in netto ma, piacevole contrasto con  il resto degli arredi: idromassaggio Jacuzzi e set di cortesia Bulgari.
Ho contato la bellezza di 18 asciugamani, pantofole e accappatoio e persino una fornitura di quei simpatici “accessori” per quando le donne hanno la lunarossa!
La tabella dietro la porta della camera indicava qualcosa come 1200 euro a notte! Forse eravamo gli unici ospiti italiani in quel momento ma, ci hanno accolti davvero come i reali del Belgio!
Ho trovato professionalità, disponibilità e cortesia in tutto il personale, pur comunque conservando una notevole discrezione.
Per la colazione avevamo a disposizione un cartellino (di quelli tipo do not disturb) da appendere alla porta, in cui dovevamo barrare con una X tutte le portate che desideravamo.


Abbiamo optato per una classica colazione all’italiana: cappuccino e cornetto ma, ci è arrivato l’indomani, un intero corredo di panini briosciati, marmellate, pasticciotti, te, latte e caffè!
Confesso che, durante il pernottamento, spesso mi sia chiesta se non ci avessero scambiati per qualcun altro!
Il nostro è stato un soggiorno davvero lussuoso ma con stile.
E il letto! King-size, spazioso e comodissimo.
Attualmente il materasso del Sogno di Giulietta detiene la pole position nella mia personale classifica della comodità e “dormibilità”.
Il pacchetto soggiorno comprendeva un aperitivo di benvenuto, una cena a lume di candela a scelta in uno dei ristoranti convenzionati ed una serie (lunga) di ingressi in musei ed attrazioni della città.
Fra questi la Casa di Giulietta, la sua Tomba (pace all’anima sua), l’Arena di Verona, il Museo di Castelvecchio (quello dove c’è stato il recentissimo furto), la panoramica Torre dei Lamberti ed altri monumenti.
Una volta scelto il ristorante, lo staff ci ha fatto avere una lettera intestata con una sorta di “raccomandazione” da presentare al ristorante.
Che figata!
Anche la cena presso il Ristorante Maffei, in piena Piazza Erbe, è stata favolosa.
Devo ammettere che è stata l’unica occasione in cui mi sono sentita coccolata da una struttura ricettiva.
Verona, al di là dell’aspetto romantico, ci è piaciuta tantissimo: bella architettonicamente, bella da passeggiare e bella da farci i turisti (cosa che non amo particolarmente).
Contiamo certamente di ritornarci.
Sogno di Giulietta propone periodicamente una serie di pacchetti completi come quello di cui ho usufruito io.
Per gli appassionati dell’Opera, molto interessanti sono le offerte in occasione della stagione teatrale all’Arena!

Tenete d’occhio il sito!

Rispondi