Firenze 2054

No! Mai e poi mai mi vedrete gironzolare per le strade di una città con la cartina in versione turista-mode.
Neanche se…che ne so…per assurdo dovessi salvare Firenze da un’imminente conquista aliena!”
Qualche tempo dopo in libreria…
“Che dici tesoro, prendiamo quella della Lonely?”

 

Con Lara Croft impegnata dal callista e Indiana Jones in geriatria col femore rotto, pare che tocchi davvero a me salvare Firenze da un invasione del terzo tipo!
Non sono impazzita adesso vi racconto tutto!

Il giorno 27 ottobre del 1954 numerosi oggetti volanti non identificati attraversarono i cieli della città che diede i natali alla lingua Italiana per ben quindici minuti.
Durante la mezz’ora successiva caddero dall’alto degli stranissimi filamenti appiccicosi.
Il fatto accadde realmente, come testimoniato dalle tantissime testate giornalistiche di quei tempi.
Non mi credete? Guardate qua.
Inutile dire che i dibattiti, le cronache e le testimonianze si sprecarono, all’epoca come adesso.
(tanto che è un cavallo di battaglia di Voyager!)
Questo il prologo.

Ebbene mentre tutti erano distratti con il naso all’insù, gli alieni in realtà stavano cercando qualcosa arrivato sulla terra molti anni prima, un segno che farebbe presagire la conquista della Terra esattamente un secolo dopo: il 27 ottobre del 2054!
Un esperto di ufologia ha scoperto qualcosa ma, come accade da tradizione nei migliori paranormal thriller, si è portato il segreto nella tomba.
Cosa cercavano gli alieni a Firenze nel 1954? Cosa si può fare per evitare l’imminente minaccia di un’invasione?
Questo e molto altro a Voyager!
Ehm scusate, mi sento molto Giacobbo…e la cosa non mi piace!
E questa invece era la premessa.

Venendo al sodo, le innovative guide WHAIWHAI trasformano il normale turista nel protagonista di una storia avvincente, con lo scopo di condurlo per mano a visitare la città in un modo decisamente non convenzionale.
Non i soliti tragitti turistici ma la promessa di esplorare luoghi insoliti e nascosti, con la “scusa” di scovare gli indizi necessari al proseguimento del racconto.

Cosa serve?

La città ovviamente, con il suo scenario, una cartina, uno smartphone e un quaderno WHAIWHAI.
C’è tutto!
E’ inutile nascondervi che la possibilità di esplorare una città in questa modalità tanto originale, mi ha affascinata fin da subito!
Ho scelto Firenze 2054 perché ho ricevuto in regalo un voucher di una notte in questa meraviglia del Rinascimento ma, le possibilità di gioco si estendono da Venezia a Verona, da Milano a Roma ecc.

Come si gioca?

Ogni quaderno ha una chiave di gioco che bisogna comunicare via sms dal momento in cui si è pronti per partire.
E’ possibile decidere il grado di difficoltà, la durata, il punto della città dal quale si vuole cominciare, se giocare in modalità sfida a tempo con gli amici ecc ecc.

Gli indizi per andare avanti nell’esplorazione si ottengono decifrando di volta in volta gli enigmi ricevuti via sms, sbloccando in questo modo le tappe successive.
Infatti i racconti  presenti nel quadernetto sono frammentati!
E’ possibile ricomporli soltanto con il codice successivo!
Il tutto si svolge in un percorso assolutamente pedonale e con indizi nascosti in luoghi pubblici e all’aperto.
(solitamente sono indizi scolpiti fra palazzi e monumenti).
Ma che figata!!

Insomma, fra pochi giorni farò un viaggio decisamente diverso ed interattivo alla scoperta dei posti più nascosti di Firenze, essendo comunque libera di visitarne i luoghi convenzionali.
Il tutto mentre divento protagonista di una storia dai tratti spy/sci-fi/adventure!
Adesso devo andare, non sto più nella pelliccia!
Ci sentiremo al ritorno della missione con un bel post riassuntivo.
Vi farò sapere cosa ho scoperto e, soprattutto…se ho salvato Firenze! ;D
Ah, qualcuno di voi ha già provato le avventure WHAIWHAI?
Fatemi sapere!

PS: vi autorizzo personalmente a prendermi in giro per la scritta 😀 😀

9 pensieri su “Firenze 2054

  1. Non ho mai sentito parlare di guide simili e adesso sono curiosissima di leggere la tua esperienza! Se continua a piacermi e si può fare magari ne prendo una per Roma! È fighissimo! Ma dove si trovano?

  2. Neanche io ne avevo mai sentito parlare! Sembra una cosa fighissima. Siamo tutti qui in attesa del resoconto della tua missione, come davanti allo schermo della televisione prima che inizi un film d'avventura 🙂 Un abbraccio, Silvia.

  3. Ciao Silvia è vero è un modo fighissimo e diverso per visitare una città!
    Sono appena tornata e devo rimettere in ordine i pensieri per scrivere un bel post.
    C'erano anche i miei e li ho fatti scorrazzare su e giù per Firenze in cerca di indizi!
    Stancante ma si sono divertiti anche loro!
    Ricambio l'abbraccio e a presto!
    Daniela

  4. Ma come fai a trovare certe notizie!!! Stile Giacobbo a parte (e come sempre mi fai morir dal ridere tanta è la tua simpatia) io assolutamente ignoravo tutti sti misteri su Firenze. E sto libro? Ne, aspè che devo leggere assolutamente la tua esperienza in proposito.

  5. Ciao Tiziana in realtà mi sono imbattuta in queste guide per caso, cercando qualcosa da fare a Venezia un paio di anni fa. Poi siccome il tempo che ci trascorsi era “giusto il tempo di un caffè” lasciai perdere.
    E mi rimase quà! 😉
    Però con Firenze mi sono presa una rivincita hihihi!
    Tra l'altro la seconda possibilità di gioco che avevo nella guida l'ho usata a casa con la modalità “Divano”! Hanno pensato proprio a tutto!
    Sarebbe bello un giorno fare una sorta di sfida a squadre fra tutti noi travel blogger!
    Credo proprio che ci divertiremmo un sacco!

    Con Giacobbo…beh…è amore/odio…

  6. MA io queste guide davvero non le ho mai sentite. Sono una bella scoperta e vado subito a vedermi il sito per scoprirne di più.
    Attendo il racconto della tua esperienza, non me la voglio perdere 🙂

  7. Grazie Elisa, nella pagina seguente scoprirai che mi sono divertita moltissimo a scoprire i segreti di Firenze “spogliandomi” dei panni del comune turista 😉
    Un saluto
    Daniela

  8. Pingback: Scoprire Firenze con le guide WHAIWHAI - L'Orsa Nel Carro

Rispondi