L'Orsa Nel Carro Travel Blog

Assicurazione viaggio annuale Columbus: come navigare in mari tranquilli

Assicurazione viaggio annuale Columbus

Il guaio è che più avanzo con l’età e più in viaggio cerco l’accoppiata vincente emozione&adrenalina.

Dalle passeggiate negli oscuri sotterranei di una diga all’emozione di attraversare un ponte tibetano, dall’arrampicata sulla Rocca Calascio in piena tormenta alle esplorazioni URBEX: insomma un tranquillo week end in una capitale europea non mi basta più.

E giusto per, sono in partenza per la zona di esclusione di Chernobyl per beccarmi due salutari radiazioni! Ma che ci posso fare, è il mio modo per sentirmi viva anche in viaggio.
Il giorno in cui dovessi prenotare una settimana in un resort, vi prego abbattetemi!

Ed è proprio a causa del “fattore INPS” se avverto da un po’ di tempo l’impellente necessità di viaggiare in modalità senza-pensièr.

Se prima viaggiavo -diciamolo- in maniera più sprovveduta e spensierata, ora l’eventualità di annullare un viaggio, lo smarrimento di un bagaglio o peggio un infortunio, sono tutti pensieri che in confidenza, mi mettono ansia.

Questo, unito al fatto che il Travel Blog mi fornisce più di una scusa per essere sempre in giro, mi ha fatto prendere la decisione di stipulare un’assicurazione di viaggio.
È così che ho scoperto l’assicurazione viaggio annuale.

Capirai hai scoperto l’America, direte voi.
No, l’America l’ha scoperta Colombo, ma io ho scoperto Columbus!
E se di Colombo in quanto a geografia non ci si può minimamente fidare, con Columbus invece si naviga in mari tranquilli.

Columbus: il Nuovo Mondo dell’Assicurazione

Columbus è una compagnia specializzata in assicurazioni di viaggio che dal 1988 permette a milioni di viaggiatori come noi di dormire sonni tranquilli.
Il fatto di operare online consente alla compagnia di garantire tariffe decisamente vantaggiose a partire da 9 Euro.
Il tutto a condizioni versatili e personalizzabili come ad esempio:

  • possibilità di sottoscrivere una polizza last minute fino ad un’ora prima della partenza;
  • gratuità totale per bambini da 0 a 2 anni;
  • copertura spese mediche illimitate all’estero;
  • presenza di una centrale operativa in Italia 24/24 e 7/7;
  • interprete telefonico se necessario in caso di assistenza medica;
  • copertura smarrimento bagaglio;
  • rimborso annullamento viaggio;
  • Opzione Zero franchigia (copertura aggiuntiva);
  • accesso a VIP LOUNGE in caso ritardi aerei (servizio gratuito offerto da Columbus all’acquisto di una polizza);
  • copertura in caso di furto o danno accidentale del tablet o smartphone (copertura aggiuntiva);
  • copertura in caso di infortunio praticando uno sport occasionale in viaggio;
  • pagamento diretto in caso di ricovero in ospedale (e qui facciamo gli scongiuri).

Assicurazione viaggio annuale Columbus: come funziona

Columbus Assicurazioni

Io trovo che l’Assicurazione annuale/multiviaggio sia decisamente la soluzione migliore, sia in termini di condizioni vantaggiose che proprio di esborso economico.
Inoltre la comodità di stipulare un’assicurazione viaggio annuale permette di limitare tantissimo i pensieri prepartenza riducendo al minimo l’incombenza delle scartoffie.

Ecco i suoi vantaggi

  • L’Assicurazione viaggio annuale Columbus copre un numero di viaggi illimitati, sia in modalità singola che in coppia o famiglia (in questo caso i minori devono viaggiare almeno con uno dei due genitori in polizza).
  • La polizza può essere stipulata in versione Multiviaggio Europa oppure Multiviaggio Mondo.
  • Include la copertura smarrimento, furto o danneggiamento del bagaglio risarcendo fino a 2000 Euro.
  • E non è tutto, c’è anche una copertura in caso di annullamento del viaggio o rientro anticipato.
  • Include la Tutela Legale e la Responsabilità Civile (copertura esclusa in caso di utilizzo di veicoli motorizzati).
  • Ovviamente prevede un’assistenza sanitaria con copertura di eventuali spese mediche illimitate all’estero.

Questo è un esempio di assicurazione annuale Multiviaggio Mondo calcolata per una coppia a partire dal 1 Dicembre 2019.
Come si evince offre una copertura su un numero di viaggi illimitato a patto che non superino la durata di 31 giorni ciascuno.

Columbus annuale multiviaggio

I Paesi sempre esclusi dalla polizza sono: Iran, Crimea, Sudan, Siria, Corea del Nord ed i Paesi sconsigliati dalla Farnesina.

Maggiori dettagli sull’Assicurazione viaggio annuale Columbus nella sezione dedicata del sito ufficiale.

Assicurazione annuale viaggio Columbus

Ovviamente l’assicurazione multiviaggio non è l’unica soluzione. Columbus offre una serie di assicurazioni modellate sulla tipologia di viaggio, sulla modalità e sul numero di partecipanti:

  • Assistenza
  • Assistenza + Bagaglio
  • Assistenza + Bagaglio + Cancellazione
  • Annuale Multiviaggio

Assicurazione viaggio Columbus: cosa fare in caso di emergenza

In caso si presentasse un’emergenza medica bisogna contattare il prima possibile la centrale medica attiva 24H al numero indicato sulla polizza.
Ad ogni modo nella pagina Condizioni Contrattuali ho sempre trovato tutte le risposte che cercavo.
Mi raccomando leggete con attenzione ogni singola clausola.

Come sottoscrivere un’Assicurazione viaggio Columbus

Per conoscere quanto costa quello che può essere definito un salvagente/paracadute/imbracatura di viaggio, basta semplicemente simulare un preventivo su Columbus Assicurazioni.
Ad esempio ho simulato il costo di un’assicurazione viaggio per un week end a Praga, quindi Europa, per una persona.

Ed ecco il prezzo della tranquillità:

Assicurazione viaggio Columbus preventivo

In alternativa potete telefonare al numero verde 800 986 782 oppure usare il mio mini preventivatore che trovate qui sotto o in Home, usufruendo di uno sconto del 10%.
Tutto questo nella speranza che non debba mai servire! 🤘

16 comments

  1. Negli ultimi tempi ho fatto due assicurazioni di viaggio: quella per Mosca, che comunque è obbligatoria per ottenere il visto, e quella per gli Stati Uniti, che è fortemente consigliata. E sto pensando come regalo di Natale congiunto (parto per tempo a pensare al Natale) a un’assicurazione di viaggio annuale per me e per il Prigioniero. Se fino a qualche anno fa non ci pensavo, ora invece ho un po’ di ansia… Sarà l’età 😉 Anche perché in effetti mi è capitato due volte in passato di non poter partire e ciao ciao soldi spesi per i voli. Di recenti è capitato ai miei: dovevano partire con i miei zii e poco prima della partenza mia zia si è rotta una caviglia, e grazie all’assicurazione non hanno perso praticamente nulla.
    Per me assolutamente da fare!

    1. Silvia è un’ottima idea quella di regalarla per Natale! Non ci avevo mai pensato ma mi sa che ti seguo a ruota! Ah allora non sono solo io a stare in ansia 😉 Certo che guaio, alla noia dell’infortunio si aggiunge anche la perdita di biglietti, prenotazioni ecc, in questo l’assicurazione di viaggio è un bel salvagente lo dico sempre! 😉
      Buona domenica Silvia! <3
      Ps: sono curiosa di sapere come impacchetterai il regalo! 😛

  2. Nella check list delle cose da fare prima di partire, la stipula di un’assicurazione non può mancare: farla annuale è un’ottima soluzione per mettersi al riparo da eventuali dimenticanze che possono rovinare un viaggio, farla con Columbus è il modo migliore per viaggiare senza pensieri! Tantissime persone ci hanno dato riscontri positivi di Columbus e stiamo pensando di farla anche noi per l’anno nuovo, visto che tante nuove avventure ci aspettano! 😉

    “Stai senza pensier” is the new “Keep calm and travel” 🙂

    1. Ma si, sai che ti dico, a dispetto di ogni pensiero scaramantico un’assicurazione annuale suona proprio come buon augurio per un anno ricco di viaggi, tiè! 😉
      Dopo un periodaccio di stop forzati spero di rimettermi in cammino anche io e spero che il nuovo anno sarà ricco di avventure per tutti noi!
      Assolutamente! *_* “Stai senza pensier” is the new “Keep calm and travel” sarà il nostro motto per i futuri viaggi! 😛 Grazie ragazzi, ci vediamo in giro 😉

  3. Finora mi è capitato di farla solo per i viaggi fuori Europa però effettivamente per combattere questa perenne ansia da viaggio cancellato per i più disparati motivi (ah la vecchitudine) stipulare un’assicurazione annuale mi sembra un’ottima idea

    1. ahahhahaah la “vecchitudine” si è ormai impadronita del nostro io viaggiatore! Ma si dai, non pensiamola nell’accezione negativa, infatti un paracadute in caso di annullamento lo trovo utilissimo soprattutto in virtù di tutti i sacrifici che facciamo durante l’anno per risparmiare in funzione del booknow! E l’assicurazione completa annuale è uno di quei guanciali belli morbidi! Certo la delusione in caso di annullamento di un viaggio è enorme ma almeno non ci si aggiungono le lacrime del portafogli 😉 Grazie Simo!

  4. Sono troppo vecchia dentro se dico che non sono mai partita senza assicurazione?
    In realtà, confesso che comunque mi sono aumentate le ansie: se prima partivo sempre con l’assicurazione sanitaria, oggi includo anche quella contro l’annullamento.
    Hai fatto un ottimo prospetto e l’augurio è di stipulare un’assicurazione annuale perché si hanno in programma tanti viaggi….ma di non usarla mai! 😀
    Un bacione Dany! :*

    1. ma che troppo vecchia anzi, sei troppo avanti e non intendo dire con l’età! 😉 Ti ringrazio tantissimo, sono felice di essere stata utile con il prospettino, ovviamente ricambio il doppio augurio di tanti viaggi/non chiamare mai l’assistenza medica 😉 Un bacione anche da parte mia! :*

  5. E’ normale Orsa, con l’età si diventa più saggi e si cerca di prevenire eventuali imprevisti. Ma con l’avanzare dell’età siamo anche in cerca di conferme. Abbiamo bisogno di sapere se il nostro fisico regge ancora e scegliamo un modo di viaggiare più spumeggiante. Aia’ bberè cosà succèd all”ètà mia! La soluzione che proponi è molto valida per chi viaggia spesso e utile ad azzerare l’ansia da imprevisti

    1. Ti ringrazio “sagge parole” anche le tue! Chissà se un giorno ci ritroveremo tutti anzianotti alle terme a raccontarci le nostre esperienze di viaggio! 😛
      Si la trovo molto valida e comoda in questa forma “multisoluzione” 😉 Ti ringrazio e ti auguro buona giornata! 😉

  6. Da quando viaggiamo con il bambino devo ammettere che ho pensato spesso a stipulare un’assicurazione, ma mi sembrava un mondo poco chiaro, pieno di clausole microscopiche in cui mi perdevo e ho sempre lasciato stare. Me l’hai spiegato bene in questo articolo come funziona, grazie Orsa! Hai placato un po’ di quell’ansia da genitore che ogni tanto emerge 🙂
    PS: non vedo l’ora di leggere di Chernobyl!!!

    1. Alessia ciao! Non vedo l’ora anche io…solo che ho un’ansia! La compagnia (volo con loro per la prima volta) mi ha già notificato tre cambi di giorni e orari dei voli. E spero che si fermino qui perché non ce la faccio più a modificare prenotazioni di hotel, tour ecc! Mi fa piacere esserti stata di aiuto, il mondo delle polizze chissà perché è sempre apparso cavilloso e oscuro ma basta aguzzare gli occhi e leggere sempre tutto con attenzione. Ad ogni modo il servizio clienti risponde a qualsiasi dubbio a voce 😉
      Grazie per aver letto!!! :*

  7. Hai fatto uno spot che se io fossi la Columbus ti assumerei immediatamente come pubblicitaria (in quel caso, ti prego, ricordati di me), mi sono piegata in due dalle risate ma soprattutto hai catturato la mia attenzione!
    Ma sai che non avevo mai sentito parlare dell’assicurazione annuale? Anzi, veramente non ci avevo nemmeno mai pensato… generalmente mi viene a mente di farla solamente quando devo visitare paesi che stiano ad almeno 6 ore di aereo, però effettivamente questa soluzione non sarebbe così buttata di fuori..

    1. Ma dai dici sul serio? 🙂 E soprattutto costituisce un’ottima scusa per viaggiare di più durante l’anno: vuoi fare un’assicurazione annuale e non vuoi ammortizzarne il costo facendo almeno almeno almeno un viaggio ogni due mesi? 😛
      Grazie di cuore Marghe! <3

  8. Grazie per questa guida. Anche io non conoscevo la possibilità di sottoscrivere un’assicurazione annuale, e ciò è davvero interessante.
    Davvero sei in partenza per Chernobyl? Sappi che voglio un resoconto dettagliato di ogni tuo passo! I nostri più cari amici sono Bielorussi, siamo andati da loro parecchie volte ma ovviamente non spingendoci mai vicino a quelle zone. Però conosciamo, direttamente dalle loro parole, come hanno passato quei momenti in cui tutto venne taciuto, ed anche alcune conseguenze sulla salute e sulla vita in generale che questo disastro ha portato con sè. Aspetto racconti e fotografie davvero con interesse

    1. Ti ringrazio Elena! Si, non vedo l’ora e non ti nascondo che sono un po’ in ansia, sono già tre volte che la compagnia mi modifica orari e giorni di arrivo e partenza 🙁
      Ricordo che mi parlasti dei tuoi amici bielorussi, cercherò di fare un reportage quanto più obiettivo, promesso! 😉 Ma poi non vedo l’ora anche di vedere Kiev!!!!! *_*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: