L'Orsa Nel Carro Travel Blog

18 Giugno 1815: la disfatta di Napoleone sul campo di battaglia di Waterloo

La battaglia di Waterloo

“Se non fosse piovuto nella notte dal 17 al 18 giugno 1815, l’avvenire dell’Europa sarebbe stato diverso. Poche gocce di pioggia in più o in meno hanno messo in bilico Napoleone”.

(Victor Hugo, I Miserabili)

Nell’immaginario comune Waterloo è sinonimo di disfatta, umiliazione, sconfitta.
Conosciamo Waterloo per essere il teatro dove è andata in scena l’ultima grande battaglia di Napoleone.
Ma per gli inglesi, per i tedeschi, per gli olandesi e per i belgi no, Waterloo è stata una grande vittoria.

Tanto che si sprecano nel mondo anglosassone città, ponti, strade e stazioni dedicate a Waterloo e alla “liberazione” del vecchio continente dalle mire imperiali di N.
La Battaglia di Waterloo è stata tragica, cruenta e parecchio sanguinosa.
E si è consumata in sole 8 ore.
Poche ore per entrare nella leggenda, poche ore per tracciare i confini dell’Europa moderna.

Continue reading

Missione in Afghanistan: operazione congiunta dell’Esercito feat. Momondo

Missione in Afghanistan

Sono le 20:00 ora italiana quando squilla il telefono di casa.
Dall’altro capo del filo è quasi mezzanotte ora locale e un segnale confuso e a tratti disturbato mi restituisce la voce di mio fratello, che da qui in poi per comodità chiameremo con il nome di fantasia fratello Orso.

Sembra tranquillo quindi non svengo, né mi si gela il sangue nelle vene.
Sapete, fratello Orso è attualmente in missione in Afghanistan con l’Esercito Italiano, dunque vi lascio immaginare la reazione a telefonate internazionali che arrivano fuori dai soliti orari.
Prima che la conversazione possa assumere un senso logico la linea cade numerose volte fino a quando riusciamo finalmente a parlarci:

“ciao mi serve il tuo aiuto”
“fratè a disposiziò”

Continue reading

Vacanze estive: le migliori destinazioni economiche

Foliage

Io ancora non ho capito se siamo a Maggio o M’aggio sbagliàt?

L’estate è alle porte ma sembra che abbia proprio perso le chiavi! Almeno il lato positivo è una proroga per mettersi in regola con la prova costume e un po’ di tempo in più per mettersi comodi sul divano con copertina d’ordinanza e pianificare le imminenti vacanze estive.
Ma non disperate, l’estate arriverà perché come canta Eric Draven “non può piovere per sempre” (cit. Il Corvo).

Continue reading

Il Cristo Velato fra alchimia, esoterismo e massoneria nella Napoli del 1700

Superati i primi cinque minuti di apnea per lo stupore, vengo sopraffatta dalla tentazione tutta infantile di soffiare, soffiare per sollevare quel sottilissimo velo bianco.
Un velo talmente realistico da sembrare vero.

E quando la vista si abitua completamente alla penombra, mi accorgo che quello che sto fissando incredula non è un sudario ma un virtuosismo irripetibile di panneggi scolpiti nel marmo.
Un unico blocco di calcare capace di zittire un’intera scolaresca che soltanto pochi secondi prima schiamazzava rumorosamente.

E’ incredibile come i tesori di Napoli abbiano la capacità di accendere violente fiammate emotive.
Sono poche le opere in grado di farlo con prepotenza. E il Cristo Velato è proprio questo genere di creazione ispirata.

Continue reading

TravelDreams 2019 sogni di viaggio, viaggi da sogno

Smaltita la sbornia dei numerosi caffè consumati nelle caffetterie di Torino, ho potuto finalmente rilassarmi fra le braccia di Morfeo ed entrare nella fase REM.
C’è da dire però che i sogni più belli per noi amanti dei viaggi sono proprio quelli fatti ad occhi aperti, magari guardando una foto o leggendo un racconto di viaggio.

Ultimamente poi ci si è messo anche Instagram che inclemente ci mostra luoghi pazzeschi da cui spesso scappo rifugiandomi nel consolatorio hashtag #gattini. Continue reading

Torino in poche ore: cosa vedere nell’elegante Capitale Sabauda

Cosa vedere a Torino in poche ore

Sono tre notti che mi ritrovo nel letto con gli occhi sbarrati senza riuscire a prendere sonno.
Ho una sbornia da caffè talmente grossa che a mezzanotte la mia lucidità è tale da comprendere perfettamente tutte le domande di Marzullo.
Che fai vedi Torino in poche ore e non lo assaggi un Bicerin?
Che fai non lo prendi un caffè nello storico Gran Caffè Torino?
E soprattutto un caffè al Cat Cafè Amendola?
E come avrei potuto dire no ad un caffè al Caffè dell’Orso?
Va bene che sono una caffeinomane ma non avevo mai osato tanto in poche ore.
Continue reading

L’Isola d’If la prigione del Conte di Montecristo

Isola d'If la prigione del Conte di Montecristo

If*
Se

Concedetemi questa licenza linguistica ma SE un giorno dovessi diventare stramilionaria correrei immediatamente con una proposta di acquisto sul tavolo del Ministero dei Beni Culturali Francese. Vorrei ardentemente quest’isola tutta per me.
Il motivo è più che ovvio.
Non ho mai ceduto al fascino di isole esotiche e con mari cristallini da cartolina ma credetemi, questa oasi/prigione ha qualcosa che strega e irretisce i sensi.

Venite con me vi porto sull’Isola d’If la leggendaria prigione del Conte di Montecristo! Continue reading

Cosa vedere a Barcellona in poche ore oltre l’Aquarium

Cosa vedere a Barcellona in poche ore

Il guaio è che in crociera ho avvistato talmente tanti branchi di cetacei che ad un certo punto ho avvertito urgente bisogno di disintossicarmi.
Di vedere volteggiare delicatamente dei pesciolini veri e di vederli possibilmente al di qua di una solida e spessa lastra di vetro.
Si fa per scherzare eh, queste e tante altre buzzicone che ho incontrato a bordo erano tutte simpaticissime! 😉

Continue reading

Set fantastici e dove trovarli: Cinecittà World il Parco Divertimenti del Cinema e della Tv

Cinecittà World

C’è un termine che da qualche tempo a questa parte impazza fra blog, agenzie di viaggi e magazine per gli addetti ai lavori.
Questo termine è “cineturismo”. Non si contano in rete reportage e consigli di viaggio per raggiungere location sparse in giro per il mondo sull’onda di successi cinematografici o di fortunate serie TV, prima fra tutte GOT.
Da qui ad organizzare un viaggio a tema è un attimo.

Sono anch’io appassionata di cinema ed essendo una persona…ehm come dire…agée, sono cresciuta divorando (letteralmente) Spaghetti Western, sceneggiati, Kolossal hollywoodiani e tutta quella serie di indimenticabili pellicole dove le scenografie erano sì realistiche ma soprattutto reali, cioè realizzate artigianalmente e sapientemente da mani umane.
Non una fredda seppur spettacolare grafica 3D. Continue reading