Torino in poche ore: cosa vedere nell’elegante Capitale Sabauda

Cosa vedere a Torino in poche ore

Sono tre notti che mi ritrovo nel letto con gli occhi sbarrati senza riuscire a prendere sonno.
Ho una sbornia da caffè talmente grossa che a mezzanotte la mia lucidità è tale da comprendere perfettamente tutte le domande di Marzullo.
Che fai vedi Torino in poche ore e non lo assaggi un Bicerin?
Che fai non lo prendi un caffè nello storico Gran Caffè Torino?
E soprattutto un caffè al Cat Cafè Amendola?
E come avrei potuto dire no ad un caffè al Caffè dell’Orso?
Va bene che sono una caffeinomane ma non avevo mai osato tanto in poche ore.
Continua a leggere

Cosa vedere a Salerno – Parte I

Cosa vedere a Salerno

Avete presente quella terribile sensazione di sentirsi pedinati? Le mie consuete passeggiate lungo il Corso Vittorio Emanuele ormai erano diventate un tormento.
Costantemente inseguita da gente con quei maledetti trolley alle calcagna.
E’ stato allora che ho realizzato come Salerno fosse diventata ormai una meta turistica sempre più richiesta.
Non guardatemi così, avete idea del fracasso che fanno le ruote dei trolley sui sanpietrini?
Che poi avessero almeno l’accortezza di guardare la strada LORO con l’infradito, gli short (anche a novembre) e gli occhi incollati sulla cartina di Salerno.
Sapete quante volte sono stata urtata, investita e tentata di sbran…bloccarli e dire loro viè quà ti mostro io cosa vedere a Salerno?

Continua a leggere

Cosa vedere a Barcellona in poche ore oltre l’Aquarium

Cosa vedere a Barcellona in poche ore

Il guaio è che in crociera ho avvistato talmente tanti branchi di cetacei che ad un certo punto ho avvertito urgente bisogno di disintossicarmi.
Di vedere volteggiare delicatamente dei pesciolini veri e di vederli possibilmente al di qua di una solida e spessa lastra di vetro.
Si fa per scherzare eh, queste e tante altre buzzicone che ho incontrato a bordo, erano tutte simpaticissime!

Continua a leggere

La Crociera MSC: tutto quello che avreste sempre voluto sapere

Crociera Msc Seaview

Se c’è un grandissimo merito da riconoscere al viaggio come esperienza, io non lo attribuirei alla mera scoperta di luoghi nuovi quanto piuttosto alla capacità di aprire la mente, rendendola più ricettiva ad abbandonare certe convinzioni.
Chi ha avuto la fortuna di viaggiare fin da piccolo lo si riconosce subito: negli occhi e nel comportamento ha impressi valori come la tolleranza, la capacità di empatizzare, il rispetto per le diversità e il senso civico.
Al di la della rivelazione di posti, di cibi, di costumi e di usanze nuove insomma il viaggio predispone la mente a nuove realtà.
E poi ti fa crollare i pregiudizi.

Se infatti prima consideravo la crociera come un viaggio alla stregua di una gita dell’INPS, è bastata una settimana in Crociera MSC per demolire questo mio brutto e irrispettoso pregiudizio.
E non parlo così perché la crociera l’ho avuta aggratis. Continua a leggere

Cosa vedere a Nottingham: la Foresta di Sherwood

Foresta di Sherwood

La pioggia scrosciante aveva prepotentemente chiesto il passo alle quattrogocce che solo poco prima inumidivano l’aria nel fitto della foresta.
La bizzarria del meteo made UK la conosciamo tutti ma questo luogo leggendario con la pioggia secondo me ci guadagna. Verde, di un verde incantevole, mai visto prima.
Era lo scorso autunno quando ho passeggiato fra le maestose querce della Foresta di Sherwood ma l’epilogo di quella visita non me lo dimenticherò facilmente…  Continua a leggere

Venezia in un giorno? Yes you can!

Venezia in un giorno itinerario ideale

Venezia:
cos’è capace di evocare da sola questa parola, vero? Ve-ne-zia… già sillabandola possiamo vederla mentalmente con gli occhi dei sogni, figuriamoci il rapimento e la contemplazione di una passeggiata fra i suoi canali. Almeno per me è così.
Pur non essendo una romanticona di natura, questa città che non è una città ma un’acquaforte vivente, è capace ogni volta di sciogliere il mio cuor di Orsa. E non è cosa facile. Continua a leggere

Abruzzo: dove mangiare a Santo Stefano di Sessanio

Dove mangiare a Santo Stefano di Sessanio

Quella sera fra i vicoli di uno dei Borghi più Belli d’Italia gli unici rumori erano i nostri passi nella neve e la vocina di una serial stalker di gatti randagi:
“Ma vieni qui bel micino, macchefffai nella neve che ti geli le zampine, dove scappi fatti accarezzare, miciomiciomiciomicio… dimmi dove mangiare a Santo Stefano di Sessanio

Complice la magia di una Santo Stefano di Sessanio imbiancata, quella sera oltre al gatto facevo le fusa anch’io. Continua a leggere

Dormire a Santo Stefano di Sessanio: Residenza La Torre

Dove dormire a Santo Stefano di Sessanio

E così con la promessa di uno stracciato 20 € a/r molto spesso si perde l’occasione di scoprire la bellezza del nostro territorio.
Io per prima riconosco di essere complice di questa fuga, macchiandomi perennemente dell’ignobile colpa di non esplorare abbastanza il Bel Paese.

Tuttavia deve essermi successo qualcosa perché in questi mesi ho visto sfilare golosi bocconcini europei pronti da acciuffare a colpi di click.
Eppure li ho subiti passivamente: su di me avevano lo stesso effetto che fa il minestrone su di un bambino.
Continua a leggere

Cosa fare nel Cilento: Agropoli – Punta Licosa in quad

Cosa fare nel Cilento

Cosa fare nel Cilento partendo da Agropoli

La piccola cittadina costiera di Agropoli si può definire come la porta del Cilento.
Un fantastico centro antico arroccato su un costone roccioso, un abitato ricco di localini sfiziosi perfetti per il “buon mangiare “e infine un porticciolo di dimensioni discrete fanno di questo piccola perla del Cilento un polo turistico dall’attrattiva ormai consolidata. Continua a leggere