Cosa vedere a Budapest: l’itinerario turistico

Cosa vedere a Budapest

Ci siamo, abbiamo prenotato volo e hotel ed ora? Ed ora viene la parte meno facile: stilare l’itinerario.
Una volta ero una vera e propria macchina da guerra ma con l’età sto cominciando ad abbacchiarmi a improvvisate dell’ultimo minuto oppure a decisioni prese sul posto in base alle condizioni meteo e ritardi sui voli🤘

Una buona soluzione sarebbe quella di partecipare a un free tour per iniziare a familiarizzare con il posto e capire come organizzare il tempo restante, su cosa focalizzarci e a quali attrazioni dedicare più tempo e approfondimenti.

Quanti di voi come me perdono il sonno (e anche il senno) per far coincidere orari dei mezzi, orari di aperture di musei e tempi di percorrenza indicati dal buon GMap?
Non so voi ma quando riesco a beccare un allineamento astrale perfetto io mi sento esattamente così: (altro…)

Cosa vedere a Barcellona in poche ore oltre l’Aquarium

Cosa vedere a Barcellona in poche ore

Il guaio è che in crociera ho avvistato talmente tanti branchi di cetacei che ad un certo punto ho avvertito urgente bisogno di disintossicarmi.
Di vedere volteggiare delicatamente dei pesciolini veri e di vederli possibilmente al di qua di una solida e spessa lastra di vetro.
Si fa per scherzare eh, queste e tante altre buzzicone che ho incontrato a bordo, erano tutte simpaticissime!

(altro…)

Set fantastici e dove trovarli: Cinecittà World il Parco Divertimenti del Cinema e della Tv

  • Categoria dell'articolo:RomaSponsorship
  • Tempo di lettura:14 minuti di lettura

visitare Cinecittà World Roma

C’è un termine che da qualche tempo a questa parte impazza fra blog, agenzie di viaggi e magazine per gli addetti ai lavori.
Questo termine è “cineturismo”. Non si contano in rete reportage e consigli di viaggio per raggiungere location sparse in giro per il mondo sull’onda di successi cinematografici o di fortunate serie TV, prima fra tutte GOT.
Da qui ad organizzare un viaggio a tema è un attimo.

Sono anch’io appassionata di cinema ed essendo una persona… ehm come dire… agée, sono cresciuta divorando (letteralmente) Spaghetti Western, sceneggiati, Kolossal hollywoodiani e tutta quella serie di indimenticabili pellicole dove le scenografie erano sì realistiche, ma soprattutto reali, cioè realizzate artigianalmente e sapientemente da mani umane.
Non una fredda seppur spettacolare grafica 3D. (altro…)

Cosa fare a Nottingham: visitare la Foresta di Sherwood

Foresta di Sherwood

La pioggia scrosciante aveva prepotentemente chiesto il passo alle quattrogocce che solo poco prima inumidivano l’aria nel fitto della foresta.
La bizzarria del meteo made UK la conosciamo tutti, ma questo luogo leggendario con la pioggia secondo me ci guadagna. Verde, di un verde incantevole, mai visto prima.
Era lo scorso autunno quando ho passeggiato fra le maestose querce della Foresta di Sherwood, ma l’epilogo di quella visita non me lo dimenticherò facilmente…  (altro…)

A bordo della Caio Duilio Cacciatorpediniere della Marina Militare Italiana

Caio Duilio cacciatorpediniere

Con un balzo atletico alla Nino Castelnuovo supero il jersey di cemento che mi separa dalla carreggiata e dalla navetta ormai in partenza.
Mi sbraccio per attirare l’attenzione dell’autista che fortunatamente inchioda, apre il portellone e mi fa salire a bordo. (altro…)

Cosa vedere in Campania: Pompei e le sue mura proibite

Scavi di Pompei

Quando l’ho visto sono scoppiata a ridere come una matta. Lo so, sono una brutta persona.
Nei giorni scorsi è rimbalzata sul web la notizia del ritrovamento negli scavi di Pompei di quel povero abitante, l’ultimo fuggiasco come è stato definito, centrato in pieno da un enorme masso mentre scappava disperatamente dalla furia del Vesuvio.

Tra l’altro lo sfortunato, pare maschio 35enne, soffriva di una malformazione ossea che gli ha impedito di correre e mettersi al riparo.
Ma effettivamente guardando le foto, e immaginando la dinamica, neanche il buon Pietro Mennea avrebbe potuto correre più veloce di quella sfiga volante da 300 kg.
Eppure io sto ancora ridendo, devo solo vergognarmi. (altro…)

Il viaggio del DNA. Il rocambolesco viaggio del mio DNA: sono Italiana solo al 4%

Templi di Paestum

Ricordate il discorso del viaggio del DNA? Vi rinfresco.
Durante il tradizionale post di fine anno dei Traveldreams vi rivelai di aver fatto le analisi del DNA per risalire alle mie origini geografiche e magari viaggiare nelle regioni indicate dai risultati.
Ma per regioni io intendevo regioni italiane!
(altro…)

SOREL le scarpe da viaggio dell’Orsa con l’Orsa!

  • Categoria dell'articolo:Sponsorship
  • Tempo di lettura:9 minuti di lettura

Scarponcini SOREL

Ieri camminavo per le strade del centro con la piega distrutta dall’umidità, dopo una giornataccia di cazziatoni al lavoro, due ore passate con la suocera (e dico DUE) e neanche uno straccio di biglietto aereo in vista per i prossimi mesi.
Per quanto mi riguarda poteva anche esserci l’Apocalypse Now per strada. Eppure avevo un sorrisetto beato stampato in volto.
Sarebbe bastato orientare lo sguardo in basso per capire il perché: le scarpe, le mie scarpe da viaggio.
E’ vero sono un’Orsa, ma in fondo sono pur sempre una femmina. (altro…)

Cosa fare nel Cilento: Agropoli – Punta Licosa in quad

  • Categoria dell'articolo:CilentoCosa fareItalia
  • Tempo di lettura:9 minuti di lettura

Cosa fare nel Cilento

Cosa fare nel Cilento partendo da Agropoli

La piccola cittadina costiera di Agropoli si può definire come la porta del Cilento.
Un fantastico centro antico arroccato su un costone roccioso, un abitato ricco di localini sfiziosi perfetti per il “buon mangiare “e infine un porticciolo di dimensioni discrete fanno di questo piccola perla del Cilento un polo turistico dall’attrattiva ormai consolidata. (altro…)